CORRISPETTIVI:
NON SERVE IL
REGISTRATORE DI CASSA TELEMATICO

Dal 1^ luglio le aziende che hanno avuto attività superiori a 400.000 euro nel 2018 dovranno inviare QUOTIDIANAMENTE i corrispettivi in via telematica.

A partire da gennaio 2020 l'obbligo sarà esteso a tutti gli operatori.

 

 

L'Agenzia delle Entrate ha chiarito che non sarà necessario adottare i nuovi registratori di cassa telematici per adempiere all'invio, perché sarà messo a disposizione un sito web accessibile anche da dispositivi mobili.

Il file da inviare dovrà essere in formato XML e sussisteranno gli obblighi già esistenti per la fatturazione elettronica, cioè:

- leggibilità e integrità dei dati

- conservazione sostitutiva per 10 anni

- nuovo invio entro 5 giorni in caso di scarto del file 

I file inviati saranno accessibili nella propria area riservata sul sito dell'Agenzia delle Entrate, nella sezione Fatture e Corrispettivi.

 


Per essere aggiornato su tutte le novitā e promozioni iscriviti a Finson News, la nostra newsletter settimanale gratuita!