Selfie: trucchi e app per realizzarli al meglio

 

Scorrendo velocemente le bacheche di Facebook, Instagram o di un qualsiasi altro social, sotto i nostri occhi appaiono in una sequenza senza fine volti sorridenti, corrucciati, ammiccanti, malinconici: una raccolta di espressioni dell’animo umano più che enciclopedica da cui non riusciamo, anche volendo, a distogliere lo sguardo.

Amici e parenti, anche geograficamente lontani, grazie ai loro selfie ci sembrano più vicini, ci fanno partecipi delle loro vite. Proprio come i personaggi famosi, attori, star della tv, calciatori e sportivi in genere, che si autoritraggono per apparire agli occhi dei loro fan più vicini e “umani”, creando delle connessioni anche se solo virtuali.

L’uomo, d’altronde, più di tutti gli altri viventi è un essere sociale con un costante bisogno di riconoscimento. Ci sentiamo, infatti, più vivi, più felici o più tristi nel momento in cui il nostro stato d’animo viene riconosciuto dagli altri. E quale modo migliore per ottenere questo appagamento se non con un selfie?

I selfie sono il fenomeno dei social media degli ultimi dieci anni. Secondo alcune ricerche effettuate, si producono 1.000 selfie ogni secondo, 93 milioni ogni giorno, 375 miliardi tra selfie e foto ritratti all’anno. Per congelare le emozioni, allontanare la solitudine, soddisfare il proprio ego.

Il selfie è letteralmente un autoritratto realizzato con una macchina fotografica digitale, uno smartphone, un tablet, una webcam o altri dispositivi puntati verso se stessi e poi condivisi sui social.

Molti studiosi affermano che il primo selfie della storia risale a Robert Cornelius, pioniere americano della fotografia internazionale, che nel 1839 si autoritrasse all’esterno dell’attività di famiglia. Una rivoluzione, perché fino ad allora le uniche autorappresentazioni conosciute erano quelle di pittori e scultori che usavano il loro talento per tramandare ai posteri i propri lineamenti.

È invece nel dicembre del 1920, a New York, che nasce il primo selfie di gruppo. Realizzato da Joe Byron e dai colleghi Pirie MacDonald, Colonel Marceau, Pop Core e Ben Falk, componenti dello studio fotografico Byron Company, sul tetto del Marceau Studio. I cinque fotografi sorridono e guardano l’obiettivo. Uno scatto che noi oggi cancelleremmo immediatamente dalla memoria del cellulare per le eccessive deformazioni dei volti, ma entrato di fatto nella storia.

Intorno ai primi anni 2000 i selfie iniziano la loro vita vera e propria, ma è soprattutto con l’avvento dell’iphone 4, il primo cellulare ad avere la fotocamera anteriore, che questo tipo di scatto spopola, diventando una vera e propria moda prima su Facebook e poi su Instagram.

Nel 2013 il termine entra nell’Oxford English Dictionary dove viene definito “una fotografia di se stessi, tipicamente ripresa con uno smartphone o una webcam e caricata su un social network”. Da allora la sua popolarità non ha fatto che aumentare tanto che si è deciso di istituire addirittura il #SelfieDay (o Giornata Mondiale del Selfie) che si celebra il 21 giugno.

Fare i selfie sembra un’operazione semplicissima, eppure tutte le volte produciamo tantissimi scatti prima di scegliere quello giusto da postare. Perché in realtà farsi un autoscatto richiede delle abilità e anche un po’ di ingegno. E perché riscuota il successo dei nostri follower, dobbiamo imparare a farlo bene. Di seguito vi sveliamo alcuni trucchi per realizzare al meglio i vostri selfie.

Anche lo sfondo ha la sua parte

Potrebbe non sembrare, ma anche lo sfondo ha una sua importanza. Uno sfondo troppo pieno, ingombrante o troppo vistoso potrebbe distogliere l’attenzione dello spettatore dal protagonista del selfie e spostarla sullo sfondo stesso.

C’è chi preferisce fare i selfie all’aria aperta e chi invece li fa ovunque, anche in casa. Può sembrare troppo narcisistico, ma farsi un selfie allo specchio riscuote un certo successo sui social.

Il bianco può essere un buon colore per lo sfondo: aiuta ad aumentare la luce sul viso.

L’illuminazione cambia tutto

Una buona luce è fondamentale per qualsiasi selfie: niente luci fioche o fredde e fluorescenti. L’ideale è scegliere la luce naturale che garantisce una resa migliore, quindi il consiglio è quello di scattare la foto vicino a una finestra o all’aperto. Ma è anche vero che la luce sparata accentua i difetti del volto mettendo in risalto le imperfezioni della pelle, quindi si può scegliere un orario in cui la luce non è troppo forte o si può usare una tenda o optare per un’app con cui post-produrre la foto.

Se siete alla ricerca di un selfie suggestivo, servitevi di una candela o una lampadina: otterrete sicuramente degli effetti degni di Caravaggio!

Secondo le regole generali della fotografia la luce deve arrivare da dietro l’obiettivo, ma nel caso dei selfie meglio posizionarsi in modo che arrivi di lato. L’importante è illuminare il volto, in particolare gli occhi.

Attivate la fotocamera, aggiustate l’inquadratura e muovetevi guardando contemporaneamente lo schermo fino a trovare il punto ottimale.

Evitate assolutamente il flash e i selfie in controluce.

 

 

Farsi belli e sorridere

Il proprio aspetto è fondamentale per la riuscita di un buon selfie. Non eccedete nella preparazione, ma rimanete voi stessi curandovi e rendendovi belli. Scegliete un vestito carino, aggiustatevi i capelli, truccatevi. Qui soprattutto gli accessori fanno la loro parte. Tra i più amati sicuramente ci sono gli occhiali da sole. In questo caso non sarà più lo sguardo a essere il protagonista, ma l’espressione del viso con un tocco da star dato dagli occhiali. Anche i gioielli o delle belle borse contribuiscono a creare delle immagini molto in voga.

Una volta pronti, sorridete! Non c’è niente di più bello che essere felici.

Mettersi in posa e via!

Avete sempre sognato di sfilare su una passerella o sul red carpet di un grande evento? Ecco, anche se non vi è mai capitato di farlo, immaginate di essere delle magnifiche attrici o attori mentre vi scattate un selfie. Scegliete la posizione giusta e click!

Ma fate attenzione a non arricciare le labbra, altrimenti otterrete il classico effetto “duck face” che sembra finto e può rendervi ridicoli.

Come trovare il proprio lato migliore?

L’angolo è un fattore indispensabile per realizzare dei selfie perfetti. Meglio non scattare la foto frontalmente, ma sperimentare diverse angolazioni. Quando vi inquadrate, andate alla ricerca del vostro lato migliore e scegliete le angolazioni che vi valorizzano. Ad esempio, basta semplicemente girare e inclinare la testa a destra o a sinistra per avere un aspetto tridimensionale. E una foto tridimensionale fa sempre un certo effetto.

Altro segreto: mai scattare una foto dal basso, le proporzioni appariranno distorte e vi sembrerà di avere il doppio mento. Fotocamera in alto quindi e mento verso il basso.

Una buona norma è anche quella di mantenere una certa distanza dal telefono. I sensori sono grandangolari, quindi più siamo vicini alla fotocamera più l’immagine risulterà distorta. Impostate lo scatto con il comando vocale o con un gesto della mano per non perdere la posizione del viso.

Quando il selfie diventa di gruppo

Tra i selfie più gettonati ci sono quelli di gruppo. In vacanza, a una festa, in un locale, il momento selfie scatta sempre. E allora tutti a correre per comparire nella foto. Anche chi scatta deve entrare nell’inquadratura. Ma chi tiene in mano lo smartphone sarà anche quello più vicino all’obiettivo e quindi apparirà con il volto più deformato. Il trucco per un buon selfie è solo uno: cedere sempre il telefono a qualcun altro.

Se invece siete dei veri selfie addicted, sicuramente avrete con voi un selfie stick, l’ideale per scattare selfie di gruppo impeccabili.

Se i vostri selfie non vi soddisfano, o se avete voglia di sperimentare qualcosa di nuovo, esistono molte app che possono venire in vostro soccorso. Alcune vi aiuteranno a migliorare la qualità degli scatti, altre invece consentono di animare le foto con maschere, travestimenti, adesivi, effetti speciali. Ce ne sono alcune che vi faranno sembrare bellissimi, altre che faranno divertire i vostri amici. Ecco alcune app che possono esservi utili per realizzare selfie.

Retrica (IOS e Android)

Tra le app più popolari, è molto amata dagli utenti. Ricca di filtri, sticker e altri tool per rendere uniche le foto, riesce a scattare un selfie alla velocità della luce. Offre oltre 120 filtri da applicare a foto e video in modo istantaneo. Se non sapete quale filtro utilizzare, lasciate decidere al caso selezionando il pulsante random. Con la funzione Stamp potete rendere foto e video ancora più originali.

Oltre ai selfie, dispone di altre funzioni: Collage per unire più foto insieme, GIF per creare immagini animate, Video per i filmati.

È dotata del timer per l’autoscatto, anche per fare più foto consecutive.

YouCam Perfect (IOS e Android)

Per sentirvi più belli non ci sono dubbi: YouCam Perfect è l’app che fa per voi. YouCam Perfect rende felici tutti, ma in particolare i più vanitosi: elimina brufoli, punti neri, rughe, le tanto odiate borse sotto gli occhi e le occhiaie. Ritocca il colore della pelle per rendere i volti più luminosi e migliorare la qualità delle foto.

Con YouCam Perfect è possibile anche ridursi il girovita con la funzione Snella Corpo o addirittura diventare più alti con il tasto Gambe Lunghe.

Nelle foto di gruppo, con un solo tap è possibile ritoccare ogni viso che compare.

Gli effetti sono visibili in tempo reale e possono anche essere utilizzati nei video.

C’è anche la possibilità di seguire degli esperti in bellezza.

È un’app versatile e offre la possibilità di fare collage di foto, girare video, aggiungere cornici, adesivi e scenari divertenti.

È gratuita, ma offre alcuni effetti particolari con gli acquisti in-app a partire da 0,99 euro (Android) o 2,99 euro (IOS).

B612 (IOS e Android)

Un’app che offre 25 filtri ottimizzati per i selfie e consente di crearne altri personalizzati. Riconosce il viso e regala sticker animati ed effetti da applicare al volto. Memorizza le scelte fatte sui filtri usati e fornisce suggerimenti sempre più intelligenti con il tempo.

Possiede l’effetto tilt shift, la messa a fuoco automatica della fotocamera, la funzione vignettatura e l’opzione per creare immagini 3D.

Con B612 le foto e i video realizzati si possono condividere rapidamente e con semplicità su tutti i social network. È disponibile gratuitamente sia su Android che IOS.

Candy Camera (IOS e Android)

Un’applicazione con il filtro in tempo reale sulla foto scattata per migliorarla e rendere qualsiasi viso più bello. Mette a disposizione un set di strumenti molto variegato che comprende filtri e adesivi vari.

L’editing è automatico nel momento dello scatto e non richiede post-correzione. I filtri dispongono già in sé delle funzioni di regolazione della luminosità, contrasto, saturazione, risoluzione, taglia, ruota, mosaico, effetto lomo, messa a fuoco (30 nella versione free). È possibile anche applicare l’effetto sbiancante, rimuovere macchie cutanee, truccarsi (eyeliner, eyeslash e fard sono tre dei tanti cosmetici virtuali offerti dai tools).

Sweet Selfie (IOS e Android)

Questa applicazione consente di realizzare selfie di qualità, avendo a disposizione molti filtri che eliminano eventuali difetti presenti sul proprio viso e risaltano i lineamenti.

Nell’app sono integrate anche alcune feature aggiuntive, come quella che consente di realizzare collage fotografici, di aggiungere adesivi divertenti e di scattare foto solo toccando un punto qualsiasi dello schermo.

Si può scaricare gratuitamente ma per utilizzare tutti gli strumenti è necessario effettuare acquisti in-app a partire da 0,79 euro per elemento su Android e 2,29 euro per elemento su IOS.

 

 

Cymera (IOS e Android)

Un’app di editing molto scaricata, offre centinaia di filtri ed effetti, 7 differenti lenti per la fotocamera (come FishEye e Lomo) e una griglia per unire insieme fino a 9 scatti.

Permette di ritoccare gli occhi, le rughe, la pelle, la magrezza del viso e usare circa 200 diversi tipi di capelli e un’infinità di strumenti per un make-up professionale.

 È possibile addirittura riproporzionare tutto il corpo diminuendo o aumentando i fianchi.

Offre molte funzionalità editing di base, sticker, maschere di animali, effetti di luce, cornici, oltre a pennelli per scrivere e disegnare a mano libera o usando la tastiera e ovviamente funzioni per lo sharing sui social, ma anche su piattaforme di messaggistica istantanea come WhatsApp, Snapchat e Telegram.

Facetune (IOS e Android)

Se cercate un primo piano perfetto, Facetune è l’applicazione che fa al caso vostro. Permette di migliorare ogni dettaglio del proprio viso. Dalla pelle alle occhiaie e al make-up fino al colore dei capelli. Secondo molti, è l’app per lo scatto perfetto. Grazie ai numerosi tool, infatti, gli esperti del settore hanno iniziato a considerarla il Photoshop degli smartphone. È a pagamento ma ne vale la pena.

Perfect365 (IOS e Android)

Con quest’app sarete perfetti per 365 giorni l’anno. Perfect365 consente infatti di ritoccare ogni piccolo particolare del viso. Basta aprire la foto e troverete infinite possibilità per schiarire le occhiaie, definire le sopracciglia, acconciare i capelli, rendere più grandi labbra e occhi. Sono inoltre disponibili anche dei filtri già impostati con il trucco per migliorare il selfie rapidamente.

Ora che conoscete tutti i segreti di un buon selfie, siete pronti per metterli in pratica e ottenere il più alto numero di like della vostra vita!

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Per essere aggiornato su tutte le novità e promozioni iscriviti a Finson News, la nostra newsletter settimanale gratuita!
Questa iscrizione è protetta da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google.