Le novità dal mondo dei Social Media

Instagram, Facebook, Whatsapp, Twitter, Linkedin, Tinder, Clubhouse, Telegram

 

Li usiamo per imparare cose nuove, per leggere le notizie, per divertirci o come riempitivo nei momenti di noia. A prescindere dalle motivazioni, una cosa è certa: noi tutti amiamo i social media. Lo conferma anche l’indagine Italiani e social media 2021 svolta da Blogmeter, che racconta le tendenze e i cambiamenti nella vita social degli italiani.

E a loro volta i social media amano prendersi cura degli utenti e di giorno in giorno si arricchiscono di nuove feature per rendere la nostra fruizione ancora più unica e coinvolgente. Ottobre è stato un mese ricco di novità e sono stati annunciati molti aggiornamenti. Di seguito alcune delle nuove funzioni dei social media già attive o in fase di test e a breve usufruibili.

Instagram

Il social che ha introdotto il maggior numero di novità è sicuramente Instagram.

Iniziamo da quella che ha fatto più scalpore: tutti adesso possono inserire il link sticker nelle stories. La piattaforma a fine agosto aveva già abbandonato il celebre swipe up, sostituendo il sistema per aprire una pagina esterna all’app con uno sticker. Una scelta dettata dal fatto che la condivisione di un link può essere fonte d’ispirazione per l’intera community.

Un’altra grande novità è la possibilità di pubblicare i post anche da desktop. La nuova funzionalità era già stata annunciata ma adesso diventa realtà. Instagram rimane sempre ancorato alla dimensione mobile, ma l’introduzione di questa funzione cambia la vita a tutti coloro che lavorano coi social network.

Alcuni contatti potranno essere impostati come “preferiti”. In questo modo il feed sarà organizzato gerarchicamente e mostrerà per primi i contenuti dei contatti che abbiamo selezionato e dopo tutti gli altri. Niente paura: gli utenti che sceglierete come preferiti non riceveranno alcuna notifica!

È stata inserita la funzione Collabs, attualmente in fase di test in India e Inghilterra, ma presto in arrivo anche in Italia. Questa feature, nel momento in cui decidete di taggare una persona, vi chiederà se volete pubblicare il post in collaborazione e il contenuto verrà visualizzato, oltre che sul vostro profilo, anche su quello della persona che accetta la collaborazione.  

Le dirette si potranno programmare con “live scheduling”, con un anticipo di massimo 90 giorni. Una volta fissato l’evento, potete condividerlo nei vostri post oppure nelle Stories. In questo modo potete comunicare ai follower quando attiverete la diretta, lasciandogli il tempo di organizzarsi per seguirvi.

Addio agli IGTV, che pare non siano stati troppo apprezzati dagli utenti. Instagram ha quindi deciso di rimuovere la sezione dedicata e di accorpare tutti i video.

In compenso, invece, i Reels si arricchiscono di nuovi effetti per trasformare ogni video in un’esperienza unica. Tra questi sono stati annunciati: Superbeat, che aggiungerà effetti a un video sulla base del ritmo della canzone, e 3D lyrics per visualizzare i testi delle canzoni a ritmo con la melodia.

Facebook

Per giorni non sì è parlato d’altro: Facebook è diventato Meta. In realtà a essere cambiato non è il nome del social media, bensì dell’azienda che gestisce Facebook, Instagram e Whatsapp. Un cambiamento che esprime una nuova filosofia dell’azienda e che inaugura un nuovo modo di vivere Internet.

Oltre al cambiamento d’immagine, Facebook a breve introdurrà anche altre innovazioni. Ad esempio, sta testando una funzione che consente di postare gli stessi contenuti su Facebook e su Instagram. Il crossposting è consentito solo per foto e video ed è stato pensato per gli utenti attivi su entrambe le piattaforme. Accanto al post che state per pubblicare sarà presente un pulsante con l’icona di Instagram e la dicitura off, se lo posizionate su on si aprirà una nuova schermata che vi permetterà di condividere il contenuto sia su Facebook che su Instagram. Se siete tra i fortunati, visualizzate già la feature!

Inoltre, in vista delle vacanze di Natale, Facebook ha lanciato nuovi prodotti a sostegno delle PMI, pensati per aiutarle a comunicare con i clienti in modo più semplice e veloce. Tra le novità, la possibilità di creare stanze audio in diretta in cui le aziende presenteranno ai propri clienti i contenuti di loro interesse e la funzione di prenotazione degli appuntamenti per facilitare al meglio la connessione.

Whatsapp

Se l’autunno ha portato tante novità nella grande famiglia di Zuckerberg, anche Whatsapp non ha potuto fare a meno di rinnovarsi. Di recente l’app ha introdotto la funzione multi-dispositivo, che permette l’utilizzo su più dispositivi, per un massimo di quattro collegati contemporaneamente.

Essere online, ma senza farlo sapere a tutti si può. È la nuova funzione di WhatsApp. Tante volte, d’altronde, vorremmo controllare le chat senza far sapere che stiamo leggendo. A breve avremo a disposizione l’opzione “Tutti i miei contatti eccetto”. Così potremo creare una sorta di black list in cui inserire tutte le persone a cui non vogliamo far sapere di essere connessi o far scoprire l’ultima volta in cui abbiamo effettuato l’accesso.

Un’altra novità riguarda i gruppi. L’azienda è intenzionata a trasformarli in community, con dei sottogruppi per gestire in maniera più organizzata il flusso della conversazione.

Un ultimo grande cambiamento per quanto riguarda l’uso della versione web: non sarà più necessario collegare il proprio smartphone. È un passo avanti fondamentale per molti utenti, che per praticità utilizzano l’app da browser per questioni lavorative.

Clubhouse

Arriva su Clubhouse Replay, una nuova funzione pensata per catturare la magia e l’energia di una live su Clubhouse e renderla disponibile a chiunque e in qualsiasi momento. La feature crea, infatti, una vera e propria replica in differita degli eventi sulla piattaforma in modo che ci si possa unire quando più lo si desidera, senza perdersi niente di ciò che è accaduto prima del proprio arrivo.

Grazie a Replay, inoltre, quando il contenuto è considerato poco interessante si può avanzare non solo di qualche decina di secondo, ma si può scegliere di passare direttamente al proprio speaker preferito o a quello maggiormente di proprio interesse tra i vari che hanno partecipato alla stanza.

Telegram

Arriverà una versione premium dell’applicazione. Per accedervi sarà necessario pagare un abbonamento, ma si disporrà di alcune utili funzionalità aggiuntive, tra cui il blocco delle pubblicità. Un modo probabilmente anche per sostenere Telegram e per creare una community ancora più fidelizzata e partecipativa.

Twitter

Anche Twitter si apre al mondo dei professionisti e lancia Twitter for Professionals. La funzione può essere attivata solo nel caso di account Twitter già esistenti. Per usufruirne, è necessario non aver violato, o almeno non gravemente o ripetutamente, le linee guida della piattaforma e avere un profilo completo di nome e cognome reale e di un’immagine di profilo che non sia un avatar. La principale differenza tra account base e account professionale è la possibilità di personalizzare il proprio profilo con una serie di moduli che aiutino il professionista a comunicare meglio, subito e in maniera anche visivamente evidente cosa è più importante per lui.

Tra le nuove feature lanciate dalla piattaforma c’è il soft block, che consente di rimuovere i follower senza bloccarli e soprattutto senza che questi si accorgano di essere stati rimossi. Gli utenti rimossi continueranno a non vedere più direttamente nel feed i nuovi tweet che pubblicherete, ma potranno in qualsiasi momento visitare il vostro profilo.

Dopo l’introduzione negli USA e in Canada avvenuta a settembre, i Super Follow sbarcano in tutto il mondo, almeno su iOS. La nuova funzione consente ai creatori di vendere abbonamenti per accedere a contenuti speciali. Personaggi famosi, musicisti, attori, influencer, giornalisti, esperti potranno offrire contenuti ai propri abbonati a una tariffa compresa tra i tre e i dieci dollari al mese.

Le chat room solo audio, ovvero i Twitter Spaces, diventano disponibili per tutti gli utenti sia per chi usa iOS (iPhone e iPad) che qualsiasi dispositivo Android, con l’ultima versione di Twitter. Il microblog aveva presentato Spaces nel novembre dello scorso anno come tentativo di seguire il successo di Clubhouse con la propria versione di chat room incentrate sull’audio. Al lancio, la capacità di ospitare uno spazio era limitata agli utenti con 600 follower o più. Twitter ha aggiornato periodicamente Spaces, aggiungendo ad esempio la possibilità di aggiungere fino a due co-conduttori e fino a dieci relatori, quindi adesso la funzionalità è ideale anche nel caso di grandi eventi.

LinkedIn

LinkedIn, la più grande piattaforma di networking professionale del mondo, sta aprendo un nuovo fronte nel mercato del lavoro per liberi professionisti.

Si chiama Service Marketplace e consentirà ai liberi professionisti della rete di LinkedIn di connettersi con potenziali clienti che sono disposti ad assumerli, commissionandogli dei lavori.

Al momento Marketplace non addebiterà alcuna commissione per il reclutamento. La società prevede di lanciare un totale di 250 categorie (tra cui designer, esperti di marketing e sviluppatori di software) con l’intenzione di estenderle a 500 in futuro.

Tinder

Anche Tinder ha introdotto diverse novità selezionabili all’interno della funzione “Esplora” e due nuove funzionalità relative alla sicurezza. “Esplora” è uno spazio dinamico che verrà costantemente arricchito con nuove esperienze sociali e interattive. In particolare, i membri potranno scoprire potenziali match basati su stati d’animo e attività. Per esempio, si potrà scegliere di visualizzare solo persone interessate alla cucina, ai videogiochi, alla musica o anche alle cause sociali.

Attraverso la funzione “Botta e Risposta” si potrà chattare con qualcuno prima che avvenga il match rispondendo a un rapido quiz sulla cultura pop e sulle preferenze. Mentre un timer scorre i due membri potranno conoscersi meglio e alla fine scegliere se confermare il proprio match o far scadere il timer e incontrare altre persone. Botta e Risposta è stato già lanciato negli Stati Uniti e nel Regno Unito all’inizio dell’estate ed è disponibile dalle 18 a mezzanotte.

Per quanto riguarda la sicurezza, Tinder ha annunciato le feature “Questo messaggio ti infastidisce?” e “Vuoi ripensarci?”. La prima fornisce un supporto ai membri quando viene rilevato un linguaggio molesto in un messaggio ricevuto. Si basa sull’intelligenza artificiale con apprendimento automatico e permette di segnalare un eventuale comportamento molesto della persona che ha inviato il messaggio. In fase di test la funzione ha mostrato un aumento del 46 per cento del numero di segnalazioni per messaggi inappropriati. “Vuoi ripensarci?” è invece una funzione che, sempre grazie all’intelligenza artificiale, rileva messaggi molesti e avverte l’utente che il messaggio che sta scrivendo potrebbe essere offensivo, chiedendogli di pensarci due volte prima di inviarlo.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Per essere aggiornato su tutte le novità e promozioni iscriviti a Finson News, la nostra newsletter settimanale gratuita!

Questa iscrizione è protetta da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google.