Spesometro anno fiscale 2017

 

GUIDA ALLO SPESOMETRO PER L'ANNO FISCALE 2017
(errori di invio compresi)

 

Lo Spesometro è l'elenco dei dati fatture emesse e ricevute da trasmettere con invio telematico all'Agenzia delle Entrate.

Il nuovo spesometro prevede la generazione e l’invio di un file XML che andrà inviato attraverso il portale Fatture e Corrispettivi dell’Agenzia delle Entrate utilizzando le credenziali Entratel/Fisco On-line allo stesso modo con cui è avvenuto l’invio dei dati delle liquidazioni IVA.

Il file va inviato entro le seguenti scadenze:

1 Semestre 2017: entro il 18 Settembre 2017

2 Semestre 2017: entro il 28 Febbraio 2018

I software Finson generano direttamente il file, completo di tutti i dati, pronto solo da firmare digitalmente ed inviare.

L’invio può essere eseguito o direttamente dall’utente oppure dal proprio commercialista, inviando allo stesso il file XML generato dal programma.

Il commercialista una volta ricevuto il file lo firmerà digitalmente e lo invierà attraverso i canali elencati sopra. 

A differenza del vecchio spesometro (per intenderci fino a quello inviato ad Aprile 2017), il nuovo non prevede più la possibilità di invio dei dati in forma aggregata, ma dovrà contenere i dati di ogni singola fattura emessa o ricevuta, è importantissimo dunque procedere per tempo all’inserimento in contabilità di tutti i dati delle fatture per non trovarsi all’ultimo momento con tutto l’inserimento ancora da fare

Per informazioni pre-acquisto è possibile scrivere a contattaci@finson.com o usare la chat interna presente nelle schede dei programmi.

Per l'assistenza via email gratuita o quella telefonica è sempre necessario aprire un ticket su www.finson.com/assistenza.
Raccomandiamo l'acquisto dell'assistenza avanzata insieme al programma, per garantire un servizio più rapido e diretto attraverso le telefonate con i nostri tecnici.

Vediamo insieme i dettagli, divisi per software.

LINEA FALCO
Per chi usa una vecchia versione di FALCO (dalla 4 in poi), è necessario passare a FALCO 10 (che consente di mantenere tutti i dati già caricati).
FALCO 10 permette di pilotare il MODULO SPESOMETRO PER L'ANNO FISCALE 2017.
Il MODULO puo' essere acquistato direttamente nelle schede dei programmi e costa 49 euro.


LINEA AQUILA
Per chi usa una vecchia versione di AQUILA (dalla 4 in poi), è necessario passare ad AQUILA 12 (che consente di mantenere tutti i dati già caricati).
AQUILA 12 permette di pilotare il MODULO SPESOMETRO PER l'ANNO FISCALE 2017.
Il MODULO puo' essere acquistato direttamente nelle schede dei programmi e costa 49 euro.

PER CHI NON USA AQUILA E FALCO
Anche quest'anno abbiamo creato un software dedicato a chi deve fare lo SPESOMETRO ma non usa i nostri programmi.
Per chi non usa FALCO 10 e AQUILA 12, abbiamo infatti rilasciato PROGETTO SPESOMETRO 2017, che consente l'importazione da Excel ma NON lavora con i programmi AQUILA e FALCO.
Il programma costa 129 euro iva compresa.

GUIDA AI PRINCIPALI ERRORI IN FASE DI INVIO DEL FILE

Partita iva o codice fiscale errato
Se l'esito del software di controllo segnala il numero di partita iva o di codice fiscale è errato, è necessario rintracciare il cliente/fornitore con il dato sbagliato, inserire quello giusto e rifare l'elenco.
Per rintracciare il cliente/fornitore si può usare la funzione Ricerca cliente/fornitore del menù Piano dei conti, inserendo come testo da ricercare la partita iva o il codice fiscale sbagliato.

Le fatture a cliente con Codice fiscale vengono evidenziate come AUTOFATTURA
Verificare nei propri dati aziendali di aver inserito correttamente in numero della propria PARTITA IVA

E' obbligatorio indicare almeno un valore tra: Imponibile/Importo e Imposta
Nell'elenco c'è una fattura con imponibile=0 ed importo iva=0.
Questo può essere dovuto ai codici iva da escludere e molto probabilmente deve essere eliminata dall'elenco.
Dato che gli importi sono troncati all'unità, nel caso d'importo inferiore ad 1 euro, sarà considerato come zero.
In tal caso l'utente se vuole inserirla nell'elenco deve aggiungerla manualmente con l'importo uguale a 1 euro.

Il valore assoluto dell' imposta non può superare il 22% del valore assoluto dell'importo
Probabilmente è dovuto alla mancata indicazione dei codici iva da non includere nell'elenco, per esempio se una fattura con un imponibile fuori campo iva oppure la registrazione di una fattura con ritenuta d'acconto.


Buona navigazione!

 


Per essere aggiornato su tutte le novitā e promozioni iscriviti a Finson News, la nostra newsletter settimanale gratuita!